E-magazine dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
RSS Feed

Rischio CBRN, primo master in “Protezione da eventi”

Pubblicato da Pamela lunedì, 19 ottobre 2009 | Rubriche: Home, IN-formazione, L'Ateneo IN & OUT

dal trasporto alal manipolazione, dallo stoccaggio alla lavorazione di sostanze pericolose: per l’anno accademico 2009 – 2010 l’ateneo di Roma Tor Vergata ha attivato il master in protezione da eventi CBRN, rischio Chimico-Biologico-Radiologico-Nucleare), il primo in Italia nel suo genere. Leggi tutto

danger_biohazardGli agenti chimici – biologici – radiologici e nucleari possono, in caso di diffusione incontrollata, incidentale o intenzionale, dare luogo a situazioni di rischio, potenzialmente anche molto elevate, con possibili danni  per l’uomo e l’ambiente.  Da qui l’esigenza di specialisti in grado di operare nel nuovo contesto di sicurezza mondiale, così da poter rispondere efficacemente alla domanda di personale qualificato ad affrontare i nuovi tipi di scenari attraverso la mitigazione del rischio, la riduzione del danno, l’intervento tecnico-gestionale ed il ripristino delle condizioni di normalità.
Il master in protezione da eventi CBRN  è  organizzato dalla Facoltà di Ingegneria e dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Tor Vergata, da sempre attente alle tematiche riguardanti il Rischio Tecnologico-Industriale, la Protezione Civile, le procedure di intervento in caso di Emergenze, la Difesa Civile e, al suo interno, il rischio CBRN. 
Gli eventi incidentali legati alla diffusione di questo tipo di sostanze possono essere dipendenti da attività umane per errori nella manipolazione, stoccaggio, trasporto dei materiali (incidenti industriali, stradali, ecc.), oppure non dipendenti dall’uomo quando, le strutture in cui le sostanze vengono prodotte o depositate, subiscono lesioni per cause naturali (terremoti, alluvioni, ecc.). Gli eventi intenzionali, invece, possono essere quelli dipendenti da utilizzo a scopo bellico (danneggiamento di mezzi e materiali, inabilitazione del personale nemico, interdizione all’utilizzo di luoghi ed ambienti ) o a scopo terroristico (inabilitazione o decesso di un alto numero di civili, interdizione all’utilizzo di luoghi ed ambienti, diffusione del panico). “Il corso  – afferma il prof.  Carlo Bellecci, direttore del Master – prepara professionisti in grado di progettare sistemi di protezione fornendo loro le capacità tecnico-operativa di affrontare tali eventi. Saranno addestrati all’uso pratico di strumentazione di rivelazione e decontaminazione di indumenti e locali di protezione individuale e collettiva. Avranno conoscenze dei metodi di analisi predittiva di dispersione dei contaminanti nonché su aspetti inerenti gli effetti degli agenti CBRN su uomo, flora e fauna e l’intervento medico in zona contaminata”. Il Master, della durata di 12 mesi  è destinato sia alla formazione di neolaureati, sia all’aggiornamento di tecnici già operativi presso Enti Pubblici o privati. Al fine di verificare le competenze teoriche tramite esperienze pratiche correlate alla sicurezza, particolare spazio viene dedicato alla formazione presso laboratori o punti di addestramento, con esercitazioni e test di strumentazione e procedure in ambito di protezione da rischi CBRN. I laboratori previsti afferiscono a diversi enti, tra cui ENEA,  ESERCITO ITALIANO,  CROCE ROSSA ITALIANA,  ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA.
La presentazione delle domande  per l’iscrizione entro il 30 novembre. Entro il 15 novembre la richiesta per eventuali borse di studio. Posti disponibili: 40.
Info:  info@mastercbrn.it
 
 

 

 

 

 

 

06 72597196, +39 06 72597250